Benvenuto in OVS
Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
Scopri le nostre collezioni!
Ci dispiace, ma non possiamo iscrivere questo indirizzo perché è già presente un utente già registrato su OVS.it con questa email.

Se vuoi modificare l'indirizzo con cui sei registrato alla newsletter devi accedere al sito OVS seguendo questo link e poi entrare nella sezione 'dati personali'.

Se ti servono maggiori informazioni, non esitare a contattare il nostro servizio clienti.

L’esperto risponde in video: la gelosia tra fratelli

Redazione OVS&Kids 02.04.2019

 

Arriva un fratellino, arriva una sorellina, tra la gioia generale c’è qualcuno che non partecipa ai festeggiamenti: è il figlio maggiore, che improvvisamente si trova a dover condividere quello che pensava fosse esclusivamente suo, l’amore dei genitori, con il nuovo arrivato. La conflittualità a breve diventa evidente e spesso mette in crisi tutta la famiglia.

 

La gelosia non è infatti altro che il timore di perdere qualcuno per mano di un rivale, come ci spiega lo psicologo Luca Mazzucchelli in questo video, insieme ad Alice Mangione di The Pozzolis Family e Jolanda Restano di Filastrocche.it. Quando un fratellino è in arrivo, la gelosia che si scatena nel figlio maggiore è un sentimento del tutto normale, che non deve essere rinnegato, anzi compreso e gestito tenendo conto della sua inevitabilità.

 

Non dovremo quindi stupirci di vedere il nostro bambino più grande tornare a fare la pipì a letto o chiedere di dormire più spesso nel lettone, perché ci starà semplicemente chiedendo di “guardarlo” di più, di considerarlo e rassicurarlo. La nostra risposta andrà nella direzione di preservare i suoi spazi di crescita e svago precedenti alla nascita del piccolo e di aiutarlo a verbalizzare le emozioni negative, sia con le parole sia con disegni, per contenere l’eventuale aggressività nei confronti del nuovo nato.

 

Senza dimenticare, poi, che anche il figlio più piccolo potrà in futuro essere geloso del più grande e che, ancora una volta, toccherà a noi genitori capire come gestire al meglio questo sentimento, che evolverà nel corso della vita.