Sites-ovs-italy-Site

3 consigli per vacanze spensierate

Barbara Damiano 20.06.2019

Vacanze, vacanze, vacanze! Abbiamo desiderato vacanze spensierate tutto l’anno, immaginando mete di viaggio, occasioni di lettura e di sport, grandi nottate di riposo.

 

Facciamo in modo di goderci questo momento appieno, con 3 consigli perfetti per vacanze spensierate.

 

No alle vacanze che non ci rappresentano

 

Se i nostri vicini di casa vanno a fare trekking in alta montagna, muniti solo di zaino e scarponi, non è detto che questo faccia per noi.

 

Allo stesso modo: non è un obbligo seguire le mode e dimostrare di poter andare alle Maldive o in Salento, se non possiamo farlo, non ne abbiamo il tempo o – legittimo! – non ci interessa.

 

Cerchiamo di evitare di fare come quelle barzellette (in realtà succede davvero) in cui ci si chiude in casa – tapparelle abbassate – per fingere di essere in vacanza in un paese tropicale, mentre si pubblicano su Facebook delle foto finte, nel relax del proprio condizionatore.

 

Grazie al cielo, non abbiamo nulla da dimostrare, né durante le vacanze, né durante la nostra vita.

 

C’è chi ama il campeggio o il camper, chi ama invece le pensioni complete o gli hotel di lusso: ognuno è libero di scegliere in base ai suoi gusti, al suo budget e al tempo a disposizione.

 

Una nuova tendenza è quella dello staycation, ovvero le vacanze nella propria città: le avete mai prese in considerazione?

 

Sì alle vacanze che ci riconnettono con la Natura

 

Non per forza dobbiamo raggiungere le vette della montagna per sorseggiare l’acqua altissima e purissima, per riconnetterci con la Natura.

 

Possiamo connetterci con essa anche con gesti molto piu semplici: in particolare il grounding, ovvero quella sensazione di benessere, meditazione e interconnessione con la Terra che si sviluppa quando camminiamo a piedi nudi sull’erba.

 

Possiamo inoltre frequentare parchi, laghi, colline, o più semplicemente stare in giardino con i bambini il più a lungo possibile.

 

E non dimentichiamoci la prima regola fondamentale per connetterci con la Natura: imparare a rispettarla.

 

L’estate può essere la nostra occasione di rivedere totalmente le nostre abitudini nella raccolta differenziata, iniziare a scegliere alimenti sfusi per eliminare imballaggi superflui, e così via.

 

Si parla moltissimo dell’inquinamento dei mari a causa delle microplastiche: perché non iniziare da lì? Possiamo decidere di eliminare per sempre dalla nostra casa le stoviglie monouso, i bastoncini per le orecchie e le cannucce di plastica.

 

Ecco una vera connessione con la Natura: entrare davvero in sintonia con il Pianeta,  prenderci cura di noi, prendendoci cura di esso.

 

Sì alle vacanze in cui godersi i figli, con pregi e difetti

 

Sarebbe bello essere genuinamente felici di passare del tempo con i propri figli – al di là del ragionevole disastro organizzativo che le vacanze estive comportano all’interno del nucleo familiare.

 

Invece di intristirsi quando chiudono le scuole, prendiamoci il tempo per comprendere i nostri figli, e farci comprendere da loro.

Vicendevolmente.

 

Impariamo ad ascoltarli, a capirli, ad amare la loro unicità e ad apprezzare ciascuna delle loro peculiarità.

 

Invece di ‘mollarli’ alla baby dance o al miniclub, portiamoli con noi: questa vacanza ci farà capire chi siamo, sia come individui, sia come famiglia.

 

Scopriremo i pregi e i difetti gli uni degli altri: perché se è vero che i figli spesso sono complicati, ma neanche noi siamo perfetti!

SHOP ONLINE
Sites-ovs-italy-Site