Benvenuto in OVS
Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
Scopri le nostre collezioni!
Ci dispiace, ma non possiamo iscrivere questo indirizzo perché è già presente un utente già registrato su OVS.it con questa email.

Se vuoi modificare l'indirizzo con cui sei registrato alla newsletter devi accedere al sito OVS seguendo questo link e poi entrare nella sezione 'dati personali'.

Se ti servono maggiori informazioni, non esitare a contattare il nostro servizio clienti.

3 cose da fare assolutamente con i bambini in estate

Barbara Damiano 29.06.2017

Progettare il nuovo anno con i bambini

 

Chiediamo mai ai bambini che tipo di vita vogliono fare?
Glielo abbiamo mai chiesto che cosa gli piace, e che cosa non gli piace?

 

Chiediamo ai bambini cosa hanno apprezzato dell’anno (scolastico) appena trascorso, di cosa vorrebbero cambiare, cosa invece non gli è proprio piaciuto.

 

Prepariamo un planning del back to school: le attività extrascolastiche, il tempo per studiare, ma anche il tempo – apprezzabilissimo – per rilassarsi, riposare e imparare ad essere creativi nei sacrosanti momenti di noia.


Aiutiamo i bambini a scegliere la vita che li rende felici.

 

Progettiamo il nuovo anno, sogniamo insieme, parliamoci sulle cose che ci piacciono tantissimo e su quelle che non vorremmo più fare: non bisogna aver paura di chiedere ai bambini qual è la vita migliore che desiderano, e che possiamo dargli.

La relazione con i figli si sperimenta attraverso un dialogo dei sentimenti.

 

Sperimentare il grounding

 

Il grounding è, in psicologia, quel sentimento che ci riavvicina alla natura: un contatto profondissimo, il contatto dei piedi nudi sull’erba, il momento in cui ci riconnettiamo con il mondo e ritroviamo la nostra energia vitale.

 

Aiutiamo i bambini a connettersi di nuovo con la natura, il verde, l’aria pulita, gli spazi aperti. Facciamogli fare il pieno di vitamina D, lasciandoli giocare all’aria aperta e alla luce del sole.

 

Se abbiamo la fortuna di avere un giardino, possiamo creare un angolo relax in ombra, adatto a riposare nelle ore più calde della giornata. Un’amaca o una sdraio con cuscini morbidi, un libro da leggere, tanta acqua fresca e un’ora di riposo ‘obbligatoria’ ogni pomeriggio, per dedicarsi tempo di qualità.

La noia può diventare un enorme strumento propulsivo di creatività e di gioco strutturato!

 

Affrontare i compiti delle vacanze senza polemiche

 

Lasciamoci dietro le spalle le polemiche dell’anno scorso, con le lettere di genitori contro i compiti delle vacanze.

 

Nei 3 mesi di interruzione estiva, c’è il tempo di fare tutto: vivere, giocare all’aria aperta, sporcarsi, andare in gita o in vacanza e anche fare i compiti che sono stati assegnati.

 

C’è una sola regola: aiutiamo i figli a fare 2 o 3 pagine di compiti delle vacanze ogni giorno, eccetto nella settimana in cui siamo in vacanza tutti insieme.

 

Incoraggiamoli a mantenere la propria mente in allenamento, proponendo loro quiz, rebus, puzzle, giochi da tavolo.

 

Il ritorno a scuola sarà così più semplice: senza panico, senza aver perso la memoria di tutti i concetti appresi durante l’anno scolastico precedente. Con tanta voglia di imparare ancora.

SHOP ONLINE