Benvenuto in OVS
Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
Scopri le nostre collezioni!
Ci dispiace, ma non possiamo iscrivere questo indirizzo perché è già presente un utente già registrato su OVS.it con questa email.

Se vuoi modificare l'indirizzo con cui sei registrato alla newsletter devi accedere al sito OVS seguendo questo link e poi entrare nella sezione 'dati personali'.

Se ti servono maggiori informazioni, non esitare a contattare il nostro servizio clienti.

5 cose per stare bene ad Ottobre

Barbara Damiano 05.10.2017

Non è solo l’Autunno a far calare le nostre energie, ma anche la ripresa così frenetica delle attività: scuola, lavoro, sport, catechismo… ecco come stare bene ad ottobre, facilmente.

 

Pianifichiamo i momenti di relax e decompressione

 

Per stare bene anche ad Ottobre, iniziamo con darci un freno: la settimana non può essere una corsa continua, né per noi, né per i nostri figli.

 

Scegliamo insieme ai bambini uno o due giorni in cui ci si rilassa insieme e si trova il tempo per se stessi: per leggere, per mettersi la maschera sul viso, per sonnecchiare sul divano, per sorseggiare un tè facendo due chiacchiere lente.

 

Introduciamo il rito del tè, ma con le tisane biologiche

 

Proviamo a realizzare in casa delle tisane biologiche tonificanti e corroboranti.

 

Possiamo procurarci la camomilla in fiori oppure le erbe relax come melissa, biancospino, tiglio e valeriana.

 

Prepariamo un infuso ogni pomeriggio, verso le cinque, quando è troppo tardi per fare merenda e troppo presto per fare cena.

 

Aggiungiamo ingredienti insoliti e golosi dentro la tazza, sempre da tenere in infusione: bacche di goji, mele essiccate, cocco disidratato, pezzetti di mela fresca, bucce di arancia o mandarino biologiche, persino una punta di curcuma in polvere o un centimetro di zenzero fresco.

 

Coinvolgiamo anche i bambini nella preparazione di questo rituale e dedichiamoci 15 minuti di silenzio, di contemplazione: assaporiamo quella sensazione calda della vicinanza alle persone che amiamo, che si sorseggia anche senza interporre parole tra le persone.

 

Cambiamo colore in casa

 

È arrivato il momento di riporre negli armadi i cuscini dalle fantasie marinaresche e le tende leggere.

Possiamo cambiare i colori della nostra casa modificando solo i tessuti: un nuovo plaid sul divano, le tende più calde e pesanti, i cuscini con nuove fodere che variano dal giallo al rosso intenso.

 

Sul tavolo possiamo sostituire i fiori freschi con una bella zucca decorativa, oppure riempire un vaso trasparente con castagne di un marrone lucente.

 

Una zuppa tutte le sere

 

Finita la stagione delle verdure crude e delle insalate, possiamo mantenere le buone abitudini con i bambini anche a tavola, continuando a consumare verdura di stagione in altri modi.

 

Ogni sera, al posto delle carote crude così estive, iniziamo il pasto con una zuppa o una vellutata o un minestrone.

 

Possiamo variare ricetta ad ogni cena, e basterà servire una piccola porzione di minestra in ciotole colorate o tazze della colazione, per non far annoiare i bambini a tavola, e non esagerare con le pentole di minestroni che restano in frigo per giorni, bistrattate.

 

Proviamo con i colori: l’arancione della zucca e delle patate dolci, il viola del cavolo, il verde brillante delle bietole o dei piselli, il giallo della curcuma o dello zafferano.

 

Organizziamoci meglio, e meno

 

Impariamo a stilare to do list più corte e più realistiche: siccome non possiamo (e non dovremmo!) fare tutto, impariamo a vivere più lentamente.

 

Stiliamo una lista di cose da fare che, giornalmente, non sia più lunga di 5 punti – il resto si rimanda al giorno successivo, e così di seguito.

Prepariamo il menù dei pranzi e delle cene, per semplificarci la vita quando dobbiamo cucinare al volo; facciamo la spesa online se non vogliamo perderci tra gli scaffali rumorosi del supermercato.

 

Ma, soprattutto: deleghiamo. Impariamo a delegare a ciascun membro della famiglia il suo compito, perché la casa è di tutti, e non solo delle mamme e dei papà.

 

Faremo un gran bene a noi stessi, ma anche all’autonomia dei nostri figli.

SHOP ONLINE