Benvenuto in OVS
Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
Scopri le nostre collezioni!
Ci dispiace, ma non possiamo iscrivere questo indirizzo perché è già presente un utente già registrato su OVS.it con questa email.

Se vuoi modificare l'indirizzo con cui sei registrato alla newsletter devi accedere al sito OVS seguendo questo link e poi entrare nella sezione 'dati personali'.

Se ti servono maggiori informazioni, non esitare a contattare il nostro servizio clienti.

Adolescenti e cellulare: come e quando

Barbara Damiano 21.07.2016

Ecco una domanda che assilla moltissimi genitori: quando dare il cellulare ai proprio figli? Con quali limiti?

 

È capitato a tutti di vedere bambini delle elementari con un proprio cellulare in mano.
Non con quello di mamma o papà per fare qualche giochino, ma proprio un loro cellulare. Non è un po’ troppo presto?

 

Però dobbiamo essere coscienti che ormai è normale avere un cellulare alle scuole medie.

 

Per gli adolescenti, il cellulare è uno status symbol, un modo di sentirsi parte del gruppo, e per i genitori una sicurezza in più. Virtuale, effimera se volete, ma che rassicura.

 

Certamente un cellulare è un oggetto di valore sia da un punto di vista economico che più strettamente educativo: non possiamo regalarlo e basta.
Ci devono essere regole alla base della sua scelta e ancora di più del suo utilizzo.
Intanto non dovrà essere uno smartphone ultimo modello, né costoso. Un buon telefono con la possibilità di navigare in Rete (con filtro parental control) e di scaricare le app principali andrà più che bene.

 

Il discorso si complica quando parliamo di modalità di utilizzo. Concordiamo con i nostri figli il tempo di utilizzo, e quanti soldi possono spendere: aiutiamoli a gestire il telefono responsabilmente.

 

La cosa più complessa è insegnare ai ragazzi come navigare in Rete in modo sicuro dal cellulare come dal PC.

 

Un percorso di educazione all’uso responsabile di questi strumenti è importante nella vita dei nostri figli.

Se cercate un percorso che vi possa aiutare in questo viaggio, provate a visitare il sito della Polizia Postale, dove le famiglie trovano sostegno nell’esplorazione della Rete.

SHOP ONLINE