Benvenuto in OVS
Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
Scopri le nostre collezioni!
Ci dispiace, ma non possiamo iscrivere questo indirizzo perché è già presente un utente già registrato su OVS.it con questa email.

Se vuoi modificare l'indirizzo con cui sei registrato alla newsletter devi accedere al sito OVS seguendo questo link e poi entrare nella sezione 'dati personali'.

Se ti servono maggiori informazioni, non esitare a contattare il nostro servizio clienti.

Aprile dolce dormire, il sonno dei bambini

Barbara Damiano 10.04.2018

A due mesi dalla fine della scuola i bambini sono stanchi, irritabili, privi di energia. Hanno voglia di andare a giocare fuori casa, possono essere più lenti nello studio, essere più assonnati.

 

Del resto anche noi arriviamo a primavera sospinti da una parte dal desiderio di uscire e riprenderci il sole, dall’altra con un gran bisogno di recuperare sonno arretrato.

 

Come conciliare le due esigenze?

 

Rinunciamo alla TV per un paio di settimane

 

Facciamo la cura del sonno: spegniamo la TV, apriamo i libri, leggiamo insieme ai bambini e andiamo a dormire prima. Questo dovrebbe rimetterci in sesto dopo il cambio dell’ora, l’arrivo della primavera e i cambiamenti del tempo.

 

Cerchiamo, se possibile, di anticipare anche l’orario della cena, così potremo andare a letto verso le nove, tutti quanti, e anche se non ci addormentiamo subito possiamo rilassarci bene.

 

Se i bambini sono molto piccoli, possiamo praticare il cosleeping per qualche giorno, almeno nel periodo in cui ci sentiamo più spossati: in questo modo non dovremo alzarci di notte per consolarli, e loro si sveglieranno meno, protetti dal nostro calore.

 

Allunghiamo i tempi il sabato e la domenica

 

I bambini spesso durante le settimane scolastiche non vogliono svegliarsi, ma alle 7 del mattino, nei weekend, sono belli arzilli.

 

In ogni caso, cerchiamo almeno nel fine settimana di dimenticare la sveglia e di allungare i tempi: possiamo stare nel lettone a chiacchierare o guardare un film, fare colazione tardi, stare in pigiama un po’ più a lungo.

 

Per un po’ dimentichiamoci le pulizie forsennate e dedichiamo più tempo al riposo, al relax e alla meditazione.

 

Sostituiamo la colazione e il pranzo della domenica con un brunch, così dovremo lavorare meno e potremo dormire di più. Pancake dolci con lo sciroppo d’acero e pancake salati con salmone e robiola. E poi le uova strapazzate, il pane tostato, i fagioli al pomodoro tipici della colazione inglese.

 

Prendiamo più sole possibile

 

Cerchiamo di vivere il più possibile all’aria aperta, appena le giornate di sole ce lo permettono. Il sole ci darà tutti i benefici che l’inverno ci aveva tolto: l’energia, il giusto ritmo sonno-veglia, le vitamine che ci danno buonumore e allegria.

 

Questo è il momento giusto anche per uscire con i bambini per fare passeggiate in città, o andare al cinema o alla biblioteca municipale: attività che ci permettono di scaricare le tensioni, ma senza affaticarci.

SHOP ONLINE