Benvenuto in OVS
Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
Scopri le nostre collezioni!
Ci dispiace, ma non possiamo iscrivere questo indirizzo perché è già presente un utente già registrato su OVS.it con questa email.

Se vuoi modificare l'indirizzo con cui sei registrato alla newsletter devi accedere al sito OVS seguendo questo link e poi entrare nella sezione 'dati personali'.

Se ti servono maggiori informazioni, non esitare a contattare il nostro servizio clienti.

Back to school: come preparare i bambini ai nuovi ritmi di scuola

Barbara Damiano 23.08.2018

Settembre, back to school: possiamo preparare i bambini ai nuovi ritmi di scuola gradualmente, per evitare loro la sindrome da rientro, che colpisce spesso anche noi adulti: quella sensazione di spossatezza, nostalgia o addirittura tristezza per il periodo di vacanze ormai terminato, con mancanza di energie e spinta vitale.

 

Ecco come organizzarsi e prepararsi ai nuovi ritmi di scuola, con un programma di tre settimane.

 

Tre settimane prima dell’inizio della scuola: fare il check dei compiti delle vacanze

 

Uno dei motivi di angoscia più frequente per i ragazzi (e di conseguenza per la famiglia) è restare indietro con i compiti delle vacanze. Per questo motivo, è più saggio controllare i libri delle vacanze con tre settimane di anticipo, in modo da poter completare eventuali parti mancanti, o terminare il lavoro in pochi giorni.

 

Obiettivo. Non arrivare a scadenza con l’acqua alla gola, ma dimenticare totalmente i compiti nelle due settimane che precedono la scuola, in modo da essere completamente rilassati, ma anche forti del fatto che si è compiuto il proprio dovere.

 

Due settimane prima dell’inizio della scuola: ripristinare gli orari e le routine

 

Per tornare alle sane abitudini e ripristinare la routine della scuola, è meglio iniziare due settimane prima del rientro, soprattutto nel tornare agli orari di veglia e sonno dei bambini.

 

Gradatamente, iniziamo a chiamare i bambini al mattino presto, anticipando di 10 minuti al giorno la sveglia.

Allo stesso modo, la sera anticipiamo di 10 minuti la messa a letto.

 

Nel giro di una decina di giorni, i ragazzi torneranno agli orari giusti per la scuola, con una sveglia intorno alle 7 del mattino, e la routine serale non più tardi delle 9 di sera – in base ovviamente all’età di ciascuno.

 

Torniamo alla routine anche dei pasti giornalieri: ripristiniamo l’orario della colazione, del pranzo e della cena così come siamo abituati a fare durante l’anno scolastico: in questo modo rientreremo piano piano nei giusti ritmi, evitando di pranzare alle 3 del pomeriggio e cenare alle 10, risultando quindi troppo fuori orario.

 

Una settimana prima della scuola: fare il check dell’armadio

 

Noi genitori sappiamo bene che i ragazzi, in estate, crescono come piante annaffiate con cura: quando inizia la scuola, spesso i pantaloni sono corti di centimetri e le maglie arrivano a malapena all’ombelico.

 

Una settimana prima del ritorno a scuola, svuotiamo gli armadi e selezioniamo gli abiti che ancora calzano bene ai ragazzi, ma soprattutto rispondono ancora ai loro gusti personali: in alcuni passaggi fondamentali, come quello tra le scuole elementari e le scuole medie, i ragazzi spesso sentono il desiderio di cambiare il proprio stile e accompagnarlo alla nuova fase di crescita. Assecondiamoli!

 

C’è tutto il tempo di passare in OVS per lo shopping di inizio anno scolastico, acquistando vestiti che siano davvero adatti all’età, alla crescita e ai gusti personali dei nostri figli.

 

Ciò che risulta piccolo o non adatto all’età dei ragazzi, può essere regalato: possiamo innescare un circolo virtuoso di scambi e baratti, aiutandoci tra famiglie, in modo che ci sia un riciclo etico ed ecologico di vestiti ancora in ottime condizioni, che possono davvero piacere ai bambini più piccoli dei nostri.

 

Tre giorni prima della scuola: fare il check dei materiali scolastici

 

Prepariamo la cartella, insieme ai figli, almeno 3 giorni prima dell’inizio della scuola: controlliamo il portapenne, i quaderni, dove sono i libri. Infiliamo in cartella i libri delle vacanze, l’eventuale diario, l’astuccio e i materiali che ci sono eventualmente già stati richiesti.

 

Preparare la cartella con un certo anticipo ci dà due vantaggi:

  1. abbiamo ancora la possibilità di recarci in cartoleria se ci accorgiamo che manca qualcosa;
  2. i ragazzi non sentiranno l’ansia da cartella l’ultima sera delle vacanze, e potranno semplicemente rilassarsi senza pensare ad altro.

 

Il giorno di inizio scuola, alziamoci con un po’ di musica, una buona colazione e tanta gioia: le vacanze sono stupende – certo! -, ma imparare è un’avventura spettacolare.

 

SHOP ONLINE