Benvenuto in OVS
Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
Scopri le nostre collezioni!
Ci dispiace, ma non possiamo iscrivere questo indirizzo perché è già presente un utente già registrato su OVS.it con questa email.

Se vuoi modificare l'indirizzo con cui sei registrato alla newsletter devi accedere al sito OVS seguendo questo link e poi entrare nella sezione 'dati personali'.

Se ti servono maggiori informazioni, non esitare a contattare il nostro servizio clienti.

Emergenza compiti delle vacanze: come finirli in fretta

Barbara Damiano 16.08.2018

Ogni estate i ragazzi sono alle prese con la loro stanchezza, la voglia di rilassarsi e gli inevitabili compiti delle vacanze. Esiste un modo per finire in fretta i compiti, senza tralasciare parti importanti del proprio lavoro, ma senza fare fatica? Sì!

 

Noi vi forniamo almeno tre suggerimenti pratici per affrontare l’emergenza compiti delle vacanze, per un’estate davvero libera e felice.

 

Un calendario efficace, ma realistico

 

No ai compiti anche durante le vacanze al mare o in montagna. Togliamo dal nostro planning i giorni effettivi di ferie e – realisticamente – contiamo insieme ai figli quanti giorni restano, e quante pagine devono essere completate ogni giorno.

 

In vacanze potremo portare eventuali libri di lettura, da leggere nei momenti di riposo sotto l’ombrellone, o la sera prima di andare a dormire.

 

Se l’impegno scolastico prevede anche di fare il riassunto o la scheda dei libri letti, muniamoci di post-it: in questo modo i ragazzi potranno prendere due righe di appunti veloci all’interno del libro, senza rovinarlo, segnando i passaggi salienti del racconto, per poi semplicemente ricopiare gli appunti in bella una volta tornati a casa.

 

Le tecniche per velocizzare i compiti delle vacanze

 

  1. Finire prima tutte le pagine più semplici, lasciando indietro le pagine per cui occorre più tempo;
  2. Contare le pagine tralasciate e dividerle equamente nei giorni di vacanza restanti;
  3. Fare i compiti ogni giorno alla stessa ora, per esempio dopo pranzo, quando gli adulti riposano e i ragazzi si annoiano;
  4. Organizzare un giorno di compiti full immersion con gli altri compagni di classe, per fare insieme i compiti difficili, ma allo stesso tempo divertirsi insieme.

Le mappe mentali: utilissime per studiare

 

Per memorizzare le pagine da studiare, senza dimenticare tutto a Settembre, possiamo proporre ai ragazzi di organizzare gli argomenti per mappe concettuali.

 

Al centro del foglio il titolo dell’argomento, collegato con frecce, diagrammi, post-it e disegni organizzati nello spazio restante del foglio, in cui appuntare i concetti principali da memorizzare, compilare liste di nomi e date, oppure creare una linea del tempo in cui sono rappresentate graficamente le date e i relativi eventi da memorizzare.

 

Ogni mappa mentale può diventare quindi un grande e completo riassunto grafico delle lezioni, e sarà utile per ripassare velocemente, ma anche per memorizzare con l’aiuto dei colori, delle forme e delle grafiche scelte – soprattutto se aggiungiamo disegni, fotografie e immagini, che rinforzano la memoria visiva dei ragazzi.

SHOP ONLINE