Benvenuto in OVS
Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
Scopri le nostre collezioni!
Ci dispiace, ma non possiamo iscrivere questo indirizzo perché è già presente un utente già registrato su OVS.it con questa email.

Se vuoi modificare l'indirizzo con cui sei registrato alla newsletter devi accedere al sito OVS seguendo questo link e poi entrare nella sezione 'dati personali'.

Se ti servono maggiori informazioni, non esitare a contattare il nostro servizio clienti.

Giocare con l’acqua in estate

Barbara Damiano 05.07.2019

Energia, vitalitá, divertimento, spensieratezza: l’estate è la stagione giusta per giocare con l’acqua e bagnarsi fino al collo!

 

Giocare con l’acqua al mare

 

Al mare, lasciamo che i bambini vadano fuori e dentro l’acqua a piacimento.

Ormai è passata la credenza che i bambini debbano aspettare tre ore dai pasti prima di fare il bagno in mare.

Facciamoli mangiare leggero (frutta, yogurt, un panino piccolo) e lasciamo che stiano a riva tutto il tempo che vogliono – sempre sotto i nostri occhi attenti.

 

L’acqua del mare sarà lo strumento per guardare i fondali alla ricerca di piccoli granchi o per cercare sassolini colorati o conchiglie di ogni forma e dimensione.

 

L’acqua di mare e la sabbia bagnata saranno i nostri strumenti per creare magnifici castelli con torri, ponti levatoi, laghetti con ‘temibili’ coccodrilli d’acqua salata.

 

Giocare con l’acqua in giardino

 

In giardino, se c’è lo spazio, posizioniamo una piccola piscina per bambini all’ombra di un albero.

Acqua fresca e pulita, tante palline colorate da spostare e far galleggiare, ore e ore con i piedini in ammollo, a giocare a spruzzarsi e rinfrescarsi da capo a piedi.

 

Giocare con l’acqua può essere un momento liberatorio per tutti: dopo una giornata lunghissima e piena di impegni, ingaggiare con i figli il gioco dei gavettoni può davvero farci bene.

 

Esistono moltissimi giochi da fare con i palloncini ad acqua: i 10 passaggi, la pallavolo bagnata, cercare di andare a canestro…

 

Anche lavare insieme la macchina in cortile può essere rigenerante: la macchina sarà come nuova, e avremo giocato a spruzzarci a vicenda, rinfrescandoci piacevolmente.

 

Giocare con l’acqua in casa

 

In casa, possiamo infine giocare con i travasi liquidi, cari al Metodo Montessori. Diamo ai bimbi due ciotole, una vuota e una contenente acqua.

 

Con una spugnetta i bimbi dovranno far passare l’acqua da un contenitore all’altro, senza gettarla fuori dalle ciotole, sviluppando la propria motricità fine: impregnare la spugna, strizzarla bene, ricominciare.

SHOP ONLINE