Benvenuto in OVS
Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
Scopri le nostre collezioni!
Ci dispiace, ma non possiamo iscrivere questo indirizzo perché è già presente un utente già registrato su OVS.it con questa email.

Se vuoi modificare l'indirizzo con cui sei registrato alla newsletter devi accedere al sito OVS seguendo questo link e poi entrare nella sezione 'dati personali'.

Se ti servono maggiori informazioni, non esitare a contattare il nostro servizio clienti.

Il grembiule a scuola sì o no?

Barbara Damiano 21.07.2016

Grembiuli: alcuni li amano altri li odiano! Sembra ci sia una grande spaccatura tra i sostenitori e quelli contrari all’uso del grembiule a scuola.

 

Vediamo insieme quali possono essere i pregi e i difetti di questa tanto discussa ‘divisa scolastica’.

 

In primo luogo si dice che il grembiule limiti la libertà di espressione di ogni individuo: bambini e ragazzi usano il loro modo di vestire per esprimersi e identificarsi con un determinato gruppo.
Si pensa che i bambini possano perdere la propria identità quando viene meno il loro diritto di esprimersi attraverso la moda. 

 

Altri sostengono invece che la scuola è un luogo di apprendimento e tutto ciò che ostacola l’istruzione e l’imparare cose nuove dovrebbe non essere accettato nell’ambiente scolastico.

 

A questo si aggiunge il timore che vestiti firmati e alla moda possano creare disparità, invidie e dare vita, nei peggiori casi, a fenomeni di bullismo e violenza.

Tra i contrari all’uso del grembiule c’è anche chi sostiene che siano scomodi e che i bambini si sentano imprigionati in queste casacche a volte troppo lunghe e troppo calde durante i mesi primaverili e autunnali, quando le temperature non sono poi così fresche.

 

Tra i sostenitori è invece diffusa l’opinione che i bambini che indossano il grembiule sviluppino un sentimento di appartenenza ad una comunità, si sentano uguali tra loro, imparino ad andare oltre l’apparenza e a conoscere gli altri più nel profondo.

 

Il grembiule distingue i bambini in gita o in visita ad un museo: è più facile tenerli d’occhio!

SHOP ONLINE