Sites-ovs-italy-Site

Polo, lo sport dei re

Redazione OVS&Kids 09.04.2018

E’ il re degli sport, e lo sport dei re: secondo la tradizione, il polo ha origini antichissime e fu addirittura il grande re persiano Dario a disputare la prima partita della storia. E’ difficile, però, dire con certezza come sia nato: alcuni lo legano all’attività bellica, di cui ricalca gesti e movenze, altri alla caccia e agli inseguimenti in sella al cavallo per colpire le prede con dei bastoni.

 

Quel che è certo è che questa antichissima attività appassionò sovrani e guerrieri: Gengis Khan se ne entusiasmò tanto da incoraggiarne la pratica non appena conquistata la Persia, e si racconta che il suo erede, il cruento Tamerlan, ordinasse ai suoi cavalieri di giocare a polo nientemeno che con le teste dei nemici!

 

La disciplina si diffuse presto in Cina – dove l’abilità nel polo divenne una condizione indispensabile per l’accesso alle più importanti cariche politiche – e in India, dove conquistò i Maharaja. I sovrani indiani lo insegnarono infine ai colonizzatori britannici, che fondano i primi Polo Club e lo portarono in Europa, negli Stati Uniti e infine in Argentina.

 

L’abbigliamento per il polo era in origine estremamente formale, ma decisamente poco pratico durante le galoppate a cavallo: dal secolo scorso le camicie lasciano il posto a più confortevoli maglie in jersey e tricot, su cui si pratica un’apertura, chiusa da due o tre bottoni.
Nasce così uno dei capi più amati per la bella stagione: più elegante di una t-shirt, meno formale di una camicia, la polo è un vero e proprio passepartout dalle mille varianti. Dalle righe variopinte alla più neutra delle tinte unite, dalle nuances fluo alle fantasie all over, non c’è capo più capace di seguire il mood del momento.

SHOP ONLINE
Sites-ovs-italy-Site