Benvenuto in OVS
Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
Scopri le nostre collezioni!
Ci dispiace, ma non possiamo iscrivere questo indirizzo perché è già presente un utente già registrato su OVS.it con questa email.

Se vuoi modificare l'indirizzo con cui sei registrato alla newsletter devi accedere al sito OVS seguendo questo link e poi entrare nella sezione 'dati personali'.

Se ti servono maggiori informazioni, non esitare a contattare il nostro servizio clienti.

Teens: come imparare a conoscere i propri figli

Barbara Damiano 17.11.2016

Un giorno, all’improvviso, i figli diventano grandi senza che ce ne accorgiamo.

 

Li abbiamo aiutati ad imparare ad andare in bici e a scrivere il loro nome in stampatello, abbiamo annodato trecce e codini, attaccato adesivi sulle porte degli armadi e giocato a battaglia navale.

 

Poi, un giorno, passando davanti alla porta della cameretta, leggiamo un cartello:

DO NOT ENTER!!

 

Anche se è complicato, non dobbiamo avere paura che i figli diventino grandi.

 

Li abbiamo messi al mondo perché gli appartengono, e noi siamo solo come archi che li lanciano lontano, come dice il poeta Gibran:

 

I vostri figli non sono i vostri figli.

Sono i figli e le figlie della vita stessa.

Essi non vengono da voi, ma attraverso di voi,

e non vi appartengono benché viviate insieme.

 

Dobbiamo imparare a conoscerli e ad accettarli nella loro libertà: amarli in tutti i modi possibili, soprattutto quando ci è più difficile.

 

Possiamo iniziare a comprenderli ascoltando la loro musica, invitando i loro amici a casa, seguendoli negli sport e nelle attività scolastiche.

 

E, soprattutto: osservando da fuori, senza interferire.

 

Immagino l’adolescenza come un individuo che nuota in mare aperto, intenzionato ad arrivare ovunque voglia.

 

Noi siamo quelli che lanciano il salvagente solo quando sentiamo gridare: Aiuto!

 

Per il resto ci servirà un binocolo molto potente, per ammirare lo spettacolo della vita e della libertà, nella sua massima potenza.

SHOP ONLINE