Benvenuto in OVS
Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
Scopri le nostre collezioni!
Ci dispiace, ma non possiamo iscrivere questo indirizzo perché è già presente un utente già registrato su OVS.it con questa email.

Se vuoi modificare l'indirizzo con cui sei registrato alla newsletter devi accedere al sito OVS seguendo questo link e poi entrare nella sezione 'dati personali'.

Se ti servono maggiori informazioni, non esitare a contattare il nostro servizio clienti.
MID SEASON OFFERS - TUTTO AL -50%

Come vestire un neonato in tutte le stagioni

Barbara Damiano 05.04.2019

I neo genitori si chiedono spesso come vestire un neonato in tutte le stagioni dell’anno, perché non è semplice comprendere le esigenze del bambino sin dai primi giorni, e ci si può sentire incerti sul tipo di abbigliamento adatto, per il desiderio di tenerlo al caldo il più possibile.

 

Questo perché spesso temiamo che i bambini si raffreddino e quindi tendiamo a coprirli, anche se spesso eccediamo.

 

Prima regola nel decidere come vestire un neonato è invece quella di vestirlo poco, in modo consono alle stagioni, evitando che si accalori.

 

I neonati infatti non hanno un buon sistema di termoregolazione e rischiano, se eccessivamente coperti, di sentirsi male per un rialzo della temperatura corporea.

 

Seconda regola generale per scegliere il miglior abbigliamento per neonati è quella di utilizzare soltanto tessuti in cotone 100%, possibilmente biologici e certificati, proprio come nelle proposte di OVS.

 

Ai bambini non vanno mai fatti indossare capi sintetici, di dubbia provenienza, con tinture non certificate, perché la loro pelle è delicatissima e possono andare incontro ad allergie, dermatiti, o addirittura intossicazioni.

 

Terza e ultima regola è quella di vestire i bambini in base al freddo o al caldo che sentiamo noi, tenendo presente che, essendo più piccoli di noi e appunto avendo un sistema di termoregolazione non ancora efficiente, i bambini si raffreddano e si riscaldano prima di noi.

 

Come vestire un neonato in primavera

 

In primavera possiamo vestire i neonati con cotone leggero 100%, utilizzando il body intimo e una tutina leggera.

 

Nel caso le temperature siano piuttosto fresche, possiamo completare il look con golfino, cappellino o copertina molto leggera.

 

Non dimentichiamo di mettere i calzini ai neonati anche in primavera, perché è proprio attraverso i piedi che il corpo si raffredda più velocemente.

 

Quando i bambini sono molto piccoli è estremamente comodo scegliere tutine e body dal collo largo, che si infilano più facilmente attraverso la testa dei bambini – la quale è ancora piuttosto sproporzionata rispetto al corpo -, e ovviamente con i bottoncini inferiori.

 

Sopra possiamo fare indossare al bambino indistintamente una tutina intera, con i bottoni centrali o la chiusura incrociata davanti; oppure un due pezzi con maglietta e ghettine.

 

Siccome i neonati tendono a sporcarsi piuttosto spesso, per via di rigurgiti o perdite dal pannolino, è consigliabile tenere sempre nella borsa del cambio una tutina e un body puliti, per poter rinfrescare il bambino quando occorre.

 

Non dimentichiamoci di usare le copertine come jolly, soprattutto quelle leggere. Una copertina leggera può essere estremamente versatile in primavera, per coprire il bambino e proteggerlo da una leggera brezza, oppure per avvolgerlo ‘come un burrito’ per tenerlo più al caldo o calmarlo.

 

Come vestire un neonato in inverno

 

In inverno possiamo scegliere tutine di ciniglia che sono leggermente più pesanti di quelle estive o primaverili.

 

Sotto le tutine il bambino indosserà sempre un body intimo, che serve per scaldargli il pancino e tenere ben fermo anche il pannolino, e sempre un paio di calzini belli morbidi e caldi, per evitare che si raffreddi dai piedi.

 

Non dimentichiamo mai, oltre ai calzini, anche un cappellino invernale, perché anche la testa del bimbo è estremamente delicata e ha bisogno di calore.

 

Non preoccupiamoci invece quando le manine del bambino sono fredde, perché questa è una condizione piuttosto normale per qualsiasi neonato, che non è ancora in grado di regolare la temperatura corporea fino alle estremità e di tenere spontaneamente le mani sotto le coperte per scaldarle.

 

Una delle preoccupazioni di tutti i neo genitori in inverno è quella che il neonato si scopra durante la notte e prenda troppo freddo.

 

Per ovviare a questo problema, soprattutto in ottica di protezione dalla SIDS, invece che utilizzare lenzuola e coperte pesanti che possono ‘schiacciare’ il bambino durante il sonno o anche coprirgli il viso togliendogli l’aria, è consigliabile utilizzare un sacco nanna.

 

Il sacco nanna è una sorta di salopette a maniche corte o smanicata, chiusa in basso sulle gambe, che permette al bambino di restare tutta la notte coperto e al caldo, avvolgendolo dolcemente, senza costringerlo.

 

Se abituiamo il bambino a dormire fin dai primi giorni con il sacco nanna, scopriremo che gli è estremamente gradito, anche perché ricorda l’abbraccio del grembo materno.

 

Ricordiamoci poi di mantenere una temperatura ambientale che non superi i 19 gradi.

 

Tenere troppo alta la temperatura dei termosifoni in inverno può essere infatti pericoloso per un neonato. Ed è anche totalmente inutile. Molto meglio coprire il bambino con un buon sacco nanna e lasciare che la stanza resti fresca.

 

Come vestire un neonato in estate

 

Abbiamo detto che una delle regole generali per vestire i bambini in ogni stagione è quella di basarsi sulla propria esperienza corporea. Quindi, se in estate sentiamo caldo, a maggior ragione il nostro bambino sentirà caldo.

 

È per questo che non dobbiamo trovarci in quelle situazioni in cui vediamo i genitori vestiti di indumenti leggeri o quasi svestiti, mentre il bambino è super coperto, vestito con una tutina con maniche e gambe lunghe, sotto una coperta, o con calzini e cappellino.

 

L’estate è proprio la stagione in cui il bambino deve essere lasciato a piedi nudi, vestito il meno possibile, perfetto se lasciato semplicemente con un body.

 

Ricordiamoci una cosa estremamente importante, che spesso non viene tenuta in considerazione, ovvero che per fare ombra nel passeggino è molto pericoloso utilizzare una coperta o un lenzuolo per coprirne la capottina.

 

Posizionare un lenzuolo o una copertina sopra il passeggino in estate significa far aumentare anche di 10 o 20 gradi la temperatura all’interno dell’abitacolo del passeggino, rischiando problemi di salute per il bambino.

 

In estate, oltre che vestire il bambino con tessuti leggeri, ricordiamoci di rinfrescarlo molto spesso, esattamente come vorremmo fare per noi stessi. Possiamo lavare il bambino semplicemente in acqua fresca con amido di riso, o tamponarlo con delle lavette in cotone leggermente inumidite.

 

Infine, non abbiate paura dei condizionatori, anzi! Sono perfetti per tenere al fresco il bambino. L’importante è usarli a una temperatura di circa 22-23 gradi per rinfrescare la casa ed eliminare l’umidità.

 

Come vestire un neonato in autunno

 

Anche in autunno le regole sono le stesse: evitiamo di coprire troppo i bambini se non è necessario.

 

Questo è il tempo dei golfini e dei cappellini leggeri, delle copertine di diverso peso da utilizzare a strati.

 

Questa può essere l’occasione giusta per vestire il neonato con il metodo cosiddetto “a cipolla”, quindi con più strati di cotone 100%, che possono essere tolti o aggiunti nel caso in cui la temperatura variasse durante la giornata.

 

E le scarpe?

 

Le scarpe per neonati sono stupende e fanno davvero venire voglia di acquistarle. In effetti potremmo utilizzare scarpine sin dai primi mesi di vita, per vestire in modo elegante i neonati.
Allo stesso tempo però, quando il bambino inizia a camminare, cerchiamo di lasciarlo a piedi nudi il più possibile, perché è grazie al contatto della pianta dei piedi con il pavimento, che il bambino sviluppa la giusta postura e soprattutto impara a camminare da solo.

SHOP ONLINE